La Mindfulness
entra in azienda.

Testimonianze dai partecipanti alla prima Vacanza MindfulRoad in Marocco

Testimonianze dai partecipanti alla prima Vacanza MindfulRoad in Marocco

Per rispondere alle tante curiosità sulla nostra prima Vacanza Mindfulness, abbiamo pensato di raccogliere delle testimonianze dai partecipanti al primo viaggio in Marocco, che si è svolto dal 6 al 13 agosto 2017.

Il gruppo era composto da 15 persone, tra praticanti e principianti, uomini e donne di diverse età e con storie di vita profondamente differenti.

Siamo stati ospiti dell’Auberge de la Plage, a Sidi Kaouki, vicino a Essouira, sull’Oceano Altantico per 6 notti e abbiamo trascorso la nostra ultima giornata allo splendido Riad Al Loune di Marrakech.

Abbiamo praticato la Mindfulness insieme 2 volte al giorno, alle h8 e alle h20 di sera lasciando a tutti la possibilità di gestire la propria giornata in piena libertà, tra momenti individuali e gruppali. Sono state proposte e realizzate alcune attività extra facoltative: escursioni a piedi sulle dune e sulla costa, visita ad una cooperativa femminile che gestisce la produzione di olio di argan, corso di cucina marocchina, visita alle città di Essaouira e Marrakech, giornata all’hammam, …

Ecco dunque i commenti raccolti a fine vacanza:

“Il respiro mi ha alleggerito e aperto la mente e il cuore, il vento, padrone della settimana, ha spazzato la testa, i sorrisi scambiati  con tutti, hanno riempito gli occhi e arricchito il cuore”

Lucia

“Una settimana dedicata al BEN-ESSERE, allo STARE BENE. Gli ingredienti, che per me hanno reso la vacanza particolare e trasformativa:

1) un ambiente naturale unico: oceano mare, spiagge lunghissime da percorrere a piedi spinta o fendendo il vento, l’incontro con la magia del deserto, il raglio dei ciuchini…

2) i momenti organizzati e guidati di pratica formale, spazi di costanza con se stessi, il proprio corpo, l’ascolto di se e degli altri, senza maschere

3) tutte le opportunità  infinite di pratica informale in natura, in case/alberghi accoglienti e finemente mix di design e comfort, con ottima cucina

4) i piedi. Camminare a lungo, senza fretta, ascoltando il respiro. Riempirsi di colori, odori, cultura. In natura o in città /Marrakesh-Essaouira. Camminare e basta

5) Ottimo organizzazione tempi logistica proposte di attività , anche qui mix di competenza, passione, cura e preziosa PAZIENZA…

6) i miei compagni di viaggio. Nella diversità , un regalo, un approdo, una cassa di risonanza importante x condividere il qui ed ora di questa avventura”

Cristina

 

“Circondati da bellezza ci siamo immersi in un mondo senza tempo, dove le uniche cose significative erano date dal qui e ora. Il nostro passato e il nostro futuro erano sbiaditi”.

Donatella

 

‘Un viaggio indimenticabile…. la parola SPAZIO è stata il filo conduttore di tutta la vacanza…. spazio immenso delle dune  e delle spiagge nelle lunghe camminate dove unici protagonisti eravamo noi e la natura, spazio che entrava nella mente e negli occhi e come una bacchetta magica ridimensionava i miei pensieri più crudi, le difficoltà  concrete tangibili e la paura di non potecerla fare, lo spazio fra noi nel poter contare su una presenza discreta del gruppo ma di poter godere anche di attimi di solitudine intensa che rafforzano le proprie convinzioni progetti futuri e non ultimo quegli attimi rubati di relazioni a due che mi hanno regalato momenti di autenticità  reciproca che non dimenticherà mai rapporti tratteggiati da curiosità  di conoscenza verso l’altro in totale rispetto e libertà  senza giudizio e sentendosi accolti ed accogliere in purezza, la belezza di essere estranei ma profondamente vicini nel sentire e nella ricerca della propria dimensione umana…darsi la possibilità di credere che tutto può mutare….. insomma come vi ho già  detto per essere felici ci vuole talento!!”

Elisabetta

 

“Il cielo è sempre azzurro sopra le nuvole. Questa vacanza è stata e sarà  uno dei miei cieli azzurri sopra le nuvole dei pensieri più o meno persistenti e grigi della quotidianità .”

Francesco

 

“Gratitudine è la parola che mi viene in mente pensando a questa bellissima vacanza, gratitudine per avere conosciuto delle belle persone, ognuna con delle specialita’ interessanti, gratitudine a queste persone, gratitudine a chi ha organizzato questa vacanza, gratitudine a Sara, Alessandro, Misia e Musa che ci hanno ospitato facendoci sentire a casa nostra, gratitudine a chi ci ha ospitato al riad a Marrakech perché anche li’ ci hanno fatto sentire a casa nostra, gratitudine per i colori, i rumori, i sapori, i profumi, gli sguardi, i sorrisi, le parole, i paesaggi, le bellissime spiagge, il vento, il calore del sole di Sidi Kaouki, Essaouira e Marrakech. Non voglio perdere niente di tutto questo. Grazie”

Angelo

 

“Spazi sconfinati, mutevoli, gentili persino nell’asperità. Vento incessante che obbliga alla resa. Una casa accogliente, oasi di pace e benessere, dove si può stare da soli o in compagnia, come e quando si vuole. Una famiglia coraggiosa senza ostentazioni, tutt’uno con l’ambiente e con la variegata comunità  di là. Si sono presi cura di noi in modo naturale e generoso, si sono interessati a noi e alla nostra pratica, ci hanno fatto sentire di casa… sulla costa atlantica del Marocco. Un gruppo di esploratori dell’anima e del mondo, naviganti curiosi l’uno dell’altro, con rispetto e delicatezza, e del posto che insieme scoprivamo. Fiduciosi che, nonostante i cieli grigi e talvolta le tempeste, la felicità  può essere in ogni istante, in ogni dettaglio, se si coltiva un animo aperto e uno sguardo sempre nuovo.”

Chiara

 

“E’ stata, per me, una settimana bellissima e intensa … una delle più belle e utili vacanze, in assoluto !!

Per come è nata ed è stata preparata

Per la sorprendente e inusuale bellezza dei luoghi visitati. Per il calore delle case e delle persone che ci hanno ospitato. Per la qualità  delle relazioni che si sono generate, frutto di un mix di leggerezza e profondità d’animo. Per la ricchezza di stimoli ricevuti, sul piano personale e professionale Per gli spazi di iniziativa e libertà  individuale, in cui mi sono ritrovato e ricentrato, ma anche per i momenti e le esperienze di condivisione e confronto collettivi o ravvicinati, che mi hanno arricchito e confermato  il valore della diversità, del dare e ricevere feedback. Per la sensazione di benessere che gradualmente è cresciuta e si è diffusa nel corpo. Per l’apertura del cuore e l’intensità  delle emozioni che ho provato. Per una sensazione di pace ed equilibrio che ha consentito ad una mente rilassata, ma vigile al tempo stesso, di generare e sviluppare nuove idee e  nuove progettualità.  Per l’armonia ritrovata tra corpo, cuore e mente e la scoperta di quanto ciò possa essere generativo e trasformativo per me e per gli altri Per la possibilità  di ritornare ad apprezzare davvero le cose importanti della vita e del lavoro, di ritrovare e riconciliarmi con i miei valori. Per la consapevolezza di dover ancora fare i conti con le ferite e le sofferenze del passato ma anche di poterle accogliere e tollerare senza più farmi del male. Per la mai scontata  capacità  di stare con quello che c’è e di essere quello che siamo. Per la forza, serena ma al contempo trasformatrice, che tutto ciò ha prodotto e sento dentro di me; una forza e un’energia che mi consente, oggi, di essere consapevole dei miei limiti ma al tempo stesso di vedere, con lucidità  e chiarezza, nuovi orizzonti e nuove sfide, personali e professionali, per le quali vale la pena investire e che voglio affrontare.”

Giuliano

 

“La parola chiave per me è spazio. Accogliere e fare spazio alle persone che ho incontrato e al loro mondo. Nella cedevolezza fare spazio per allargare, e al tempo stesso contenere, il più possibile di ogni esperienza incontrando i miei limiti per riconoscerne la fragilità.

Fare spazio alle parole che raccontano la diversità, al suono delle voci, ai profumi speziati in contrasto con gli odori più forti e alla fine incontrare uno spazio più grande di me. Grazie a tutti”

Viviana

 

“La potenza: della natura e del gruppo.

La natura con le infinite sfumature del vento, dolce e forte, ma anche faticoso e sfiancante. Con la costante e mutevole musica dell’oceano, la sua forza e gli ampi spazi della spiaggia che riempiono i polmoni e gli occhi. Con le dune di sabbia che, da sempre, mi inducono una grande calma. E davanti a tutte queste meraviglie, il sorriso che nasce spontaneo negli occhi prima ancora che sulle labbra.

Un sorriso che nasce dal profondo, perché sei presente con la tua autenticità e con le piccole sfide personali che decidi di affrontare.

E poi la potenza del gruppo: anche qui, le mille sfumature di ciascuno, i momenti di profonda condivisione anche nel più assoluto silenzio. Ma anche la capacità  di parlarsi a cuore aperto, di condividere e ridere insieme, aiutandosi nelle piccole cose quotidiane e nelle esperienze condivise. Un gruppo mai banale, mai di sola apparenza. Un gruppo in cui potersi mantenere in equilibrio tra la condivisione e gli spazi di solitudine, con rispetto. Dove essere centrati su stessi in mezzo agli altri, e dove sentirsi gruppo anche nei momenti di solitudine.

E anche nel gruppo, il sorriso, o meglio: i sorrisi. Ciò che mi accompagna è l’immagine del sorriso di ogni singola persona, sorrisi impressi nella mia memoria e specchio delle anime di ciascuno.

La potenza della natura, del gruppo, dei sorrisi. Un abbraccio lungo e forte a ciascuno di voi!”

Anna

 

“Il sorriso di Angelo, la curiosità  di Nicola, la delicatezza di Chiara, l’umorismo di Francesco, la profondità  di Giuliano, la dolcezza di Elisabetta, la simpatia di Donatella, la vivacità  di Cristina, l’intuito di Cinzia, l’attenzione di Antonino, la chiarezza di Lucia, l’unicità  di Simona, la trasparenza di Anna, l’essenzialità  di Viviana .. incontri veri, genuini, preziosi quanto l’incontro con un paesaggio naturale immenso, selvaggio e spavaldo, e con una popolazione intensa, ammaliante e generosa.”

Valeria

“E la maestria di Valeria in tutte le sue fogge …”

“L’entusiasmo di Valeria, grazie!🌸”

“L’anima di Valeria ❤”

“La calma di Valeria ! 😊”

“L’ascolto di Valeria 🔝”

“L’occhio attento di Valeria 👁! 🙂”

“Il modo di guardare di Valeria”

“L’intelligenza, la sensibilità, il coraggio, il senso organizzativo, l’attenzione e il rigore professionale di Valeria … ”

 

Prossimi appuntamenti:

  • weekend di Mindfulness in Toscana, dal 13 al 15 ottobre
  • vacanza Mindfulness di Natale, dal 26 al 30 dicembre (location in via di definizione)

Per informazioni: info@mindfulorganization.it