La Mindfulness
entra in azienda.

Testimonianze dai partecipanti alla prima Vacanza MindfulRoad in Marocco

Testimonianze dai partecipanti alla prima Vacanza MindfulRoad in Marocco

Pubblicato il: 20 agosto 2017 alle 7:48 pm

Per rispondere alle tante curiosità sulla nostra prima Vacanza Mindfulness, abbiamo pensato di raccogliere delle testimonianze dai partecipanti al primo viaggio in Marocco, che si è svolto dal 6 al 13 agosto 2017.

Il gruppo era composto da 15 persone, tra praticanti e principianti, uomini e donne di diverse età e con storie di vita profondamente differenti.

Siamo stati ospiti dell’Auberge de la Plage, a Sidi Kaouki, vicino a Essouira, sull’Oceano Altantico per 6 notti e abbiamo trascorso la nostra ultima giornata allo splendido Riad Al Loune di Marrakech.

Abbiamo praticato la Mindfulness insieme 2 volte al giorno, alle h8 e alle h20 di sera lasciando a tutti la possibilità di gestire la propria giornata in piena libertà, tra momenti individuali e gruppali. Sono state proposte e realizzate alcune attività extra facoltative: escursioni a piedi sulle dune e sulla costa, visita ad una cooperativa femminile che gestisce la produzione di olio di argan, corso di cucina marocchina, visita alle città di Essaouira e Marrakech, giornata all’hammam, …

Ecco dunque i commenti raccolti a fine vacanza:

“Il respiro mi ha alleggerito e aperto la mente e il cuore, il vento, padrone della settimana, ha spazzato la testa, i sorrisi scambiati  con tutti, hanno riempito gli occhi e arricchito il cuore”

Lucia

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Nasce MindfulRoad: Vacanze Mindfulness in Italia e nel mondo

Nasce MindfulRoad: Vacanze Mindfulness in Italia e nel mondo

Pubblicato il: 5 agosto 2017 alle 12:12 pm

“La strada per la felicità  inizia mettendosi in viaggio, percorrendo strade sconosciute, dentro e fuori di noi, vivendo esperienze diverse, con occhi nuovi e atteggiamento aperto.”

Da questa estate, MindfulOrganizaton, in collaborazione  con un team di professioniste e praticanti Mindfulness e con l’agenzia viaggi Atmosfera Eventi sas di Monza, ha avviato un progetto di organizzazione di Viaggi Mindfulness in Italia e nel mondo per uomini e donne che vogliono migliorare la loro vita, imparando un modo per alleggerire il carico della mente, riconnettersi al corpo e aprire il cuore a relazioni autentiche, attraverso un mix di introspezione ed esplorazione di luoghi magici, in contesti naturali e culturali affascinanti e stimolanti.

Responsabile Scientifico dell’iniziativa è la dott.ssa Valeria Degiovanni: psicologa, psicoterapeuta, istruttrice senior di programmi Mindfulness based per individui e aziende, socio membro del Centro Italiano Studi Mindfulness. Insieme a lei un gruppo di donne, professioniste in diversi settori, che si sono incontrate ai corsi Mindfulness di MindfulOrganization e, grazie all’amore per i viaggi e per la natura e le competenze progettuali, hanno reso possibile l’avvio di questa nuovo progetto. Da diversi anni la dott.ssa Valeria Degiovanni organizza seminari e workshop di Mindfulness per privati e per organizzazioni, rivolgiamole alcune domande per capire meglio di cosa si tratti:

Da dove nasce questo progetto?

Le persone che incontro ogni giorno nel mio lavoro, sono persone che stanno cercando una via per poter vivere meglio la propria vita, spesso sovraccaricati da impegni e responsabilità, con poco tempo a disposizione, desiderosi di trovare un modo per staccare la spina dallo stress quotidiano e riconnettersi a se stessi e alle proprie passioni. Nei corsi e negli intensivi di Mindfulness insegniamo un modo immediato per riconnetersi a sé, attraverso la pratica di Mindfulness – che è in definitiva un esercizio costante di ascolto attento e non giudicante del corpo, della mente e del cuore. Ciò che si impara durante questi percorsi, di gruppo ma anche individuali, è un modo concreto e facilmente applicabile, per vivere con più gusto e più soddisfazione la nostra vita, le nostre relazioni, il nostro lavoro e il rapporto con l’ambiente.

Perché una Vacanza Mindfulness?

Perché è indubbio che quando stacchiamo completamente dal nostro quotidiano per un periodo, anche breve, alleniamo in modalità full immersion queste qualità della mente (libera e leggera),  del corpo (attivo e percettivo) e del cuore (aperto e fiducioso) e viviamo in modo residenziale delle relazioni autentiche (senza maschera) l’impatto sulla nostra vita è immediato!

Senza contare che in vacanza abbiamo la possibilità di vivere in modo Mindfulness, ovvero con consapevolezza, il nostro incontro con persone e luoghi belli, nuovi e diversi, per cultura e tradizione dalla nostra vita quotidiana. Questo potenzia la nostra capacità di cambiare prospettiva, di aprire la mente e ridimensionare i nostri piccoli problemi quotidiani.

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Mindfulness per superare ansia e depressione: una testimonianza diretta

Mindfulness per superare ansia e depressione: una testimonianza diretta

Pubblicato il: 24 maggio 2017 alle 1:50 pm

Un’altra preziosa testimonianza da parte di una partecipante ai corsi Mindfulness, tenuti dalla dott.ssa Valeria Degiovanni. Anna, l’autrice di questa lettera, ha generosamente voluto condividere la sua esperienza con chi non ha ancora intrapreso questo cammino ed è alla ricerca di una via per stare meglio!

______________________________________

Ciao Valeria,

siamo ormai alla fine del corso, purtroppo. Per me è stata la prima esperienza.

Ad Ottobre, dopo averne sentito parlare da mia sorella che già pratica da qualche anno ed avere visto per caso su fb che a Galbiate sarebbe iniziato un corso di Mindfulness,  ho deciso di iscrivermi più per necessità che per curiosità o voglia di sperimentare qualcosa di nuovo.

Infatti a dicembre 2015 il mio corpo in modo molto violento e senza alcun preavviso mi ha detto “basta, adesso è ora di fermarsi e cambiare”. E lo ha fatto con crisi di ansia molto forti e momenti di “depressione”. Non avevo più voglia di fare niente. Non avevo più stimoli. Non dormivo più. Non mi curavo più. In pratica si era spenta la luce. Panico più totale. Mi sono rivolta così ad uno psichiatra e psicoterapeuta. Ed è iniziato così il mio percorso di cambiamento supportata anche da una terapia farmacologica. E’ stata durissima soprattutto perché volevo a tutti i costi capire cosa stava succedendo, rifiutavo i momenti di ansia e depressione e in parte rifiutavo anche la terapia farmacologica per paura di ….. perdere il controllo. Poi piano piano ho iniziato a cambiare il mio atteggiamento e l’ansia e la depressione sono diventate meno forti. Ho iniziato così a diminuire anche la terapia farmacologica. E poi ad Ottobre ho iniziato a …. Praticare.

Mi è servito tantissimo. Soprattutto per acquisire consapevolezza in tutto quello che faccio. E questa consapevolezza mi ha aiutata ad accogliere il mio disagio, ad attraversarlo, ad accettarlo. So che solo con la pratica posso davvero vivere consapevolmente nel qui e ora e so che il lavoro da fare è continuo ma sono contenta di avere iniziato. Ora mi accorgo di avere molti momenti all’interno della giornata di pratica informale e che gioia riconoscerlo … sento la necessità di praticare in modo formale anche se faccio ancora molta fatica senza “la guida”. E sono molto cambiate anche le mie relazioni con gli altri: mio marito, i miei colleghi, i miei amici, i miei famigliari. Sono più aperta e molti schemi mentali sono riuscita a … lasciarli andare.

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Vacanza Mindfulness in Marocco: natura, cultura, relax, relazioni autentiche

Vacanza Mindfulness in Marocco: natura, cultura, relax, relazioni autentiche

Pubblicato il: 4 maggio 2017 alle 9:47 pm

Vacanza Mindfulness: 6-13 agosto 

Essaouira – Marocco 

Per informazioni e iscrizioni (fino ad esaurimento posti) scrivere a info@mindfulorganization.it

Sono felice di comunicarvi che la vacanza è confermata perché abbiamo già avuto un numero sufficiente di pre-iscrizioni!

Essaouira è mare, colori e Marocco ancora autentico. Affacciata sull’Oceano Atlantico nel cuore di una foresta di 600 ettari è una destinazione ricca di bellezza. Adagiata lungo 4km di un’incantevole spiaggia incontaminata con sabbia finissima, in questa pittoresca cittadina, oltre a godersi il relax e il mare, si possono fare numerosi sport acquatici ed escursioni nell’entroterra, all’insegna della natura e della cultura. Essaouira, secondo la tradizione, è stata fondata da mercanti cartaginesi in un luogo abitato da popolazioni berbere. La sua medina fa parte dei Patrimoni Mondiali dell’Umanità dell’Unesco. Il clima è mite e fresco, per gran parte dell’anno. Infatti, la corrente fredda che scorre lungo la costa atlantica del Marocco mantiene basse le temperature estive e le massime rimangono sui 20/23 gradi anche ad agosto.

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Mindfulness & Business

Mindfulness & Business

Pubblicato il: 14 febbraio 2017 alle 1:33 pm

Mindfulness e Business, potrebbe sembrare un connubio strano o addirittura una contraddizione di termini. Invece, ormai da diversi anni, la Mindfulness è un tema molto discusso nel mondo economico.

Sono numerosissimi gli articoli che trattano di questo argomento (pensiamo al Time che titolava in copertina “The Mindful Revolution”) e che stanno riscuotendo un enorme successo le iniziative che mirano ad affrontare una delle maggiori sfide dell’epoca di oggi: la gestione dello stress.

Il CEO di Intermix Khajak Keledjian ha condiviso i suoi segreti per la pace interiore con The Wall Street Journal. Arianna Huffington, caporedattore di The Huffington Post, ha discusso di mindfulness su Thrive, il suo ultimo libro ne parla ampiamente. Altri imprenditori che meditano sono il CEO di Aetna Mark Bertolini, il CEO di Salesforce.com Marc Benioff e il CEO Zappos.com Tony Hsieh, per citarne solo alcuni.

“La riduzione dello stress e la consapevolezza non solo ci rendono più felici e più sani, ma sono un vantaggio competitivo provato per qualsiasi azienda.”

The Huffington Post

Proviamo a quantificare che impatto abbia sul conto economico lavorare in un ambiente con un basso livello di stress.

Troppo spesso imprenditori e manager credono, sbagliando, che mettendo pressione sui loro collaboratori ne aumenteranno le performance.  Quello che invece si potenzia è lo stress e le ricerche hanno ormai ampiamente dimostrato che alti livelli di stress generano alti costi sia per l’impresa che per i dipendenti.

Lo stress porta maggiori costi sanitari (malattie, incidenti, assenteismo,..) e un più elevato turnover (licenziamenti, trasferimenti, ..).

Uno studio condotto su dipendenti di varie organizzazioni ha evidenziato che le spese sanitarie dei dipendenti con alti livelli di stress erano il 46% più alte di quelle di organizzazioni simili, ma con livelli di stress più bassi. In particolare, lo stress lavoro correlato è collegabile a problemi cardiaci a carico delle coronarie, sia in termini di studi prospettici (in previsione di condizioni future) che retrospettivi (osservando condizioni passate). C’è da considerare anche l’impatto sul turnover: il 52% dei dipendenti ha riferito che lo stress li ha spinti a cercare un nuovo lavoro, a rifiutare una promozione o a lasciare il proprio lavoro.

continua a leggere »

Pubblicato in FocusMindful Leader - Scritto da Valeria Degiovanni