La Mindfulness
entra in azienda.

Simpatizzare o abbracciare la pratica?

Simpatizzare o abbracciare la pratica?

Pubblicato il: 11 settembre 2018 alle 4:15 pm

Molti di noi si sono avvicinati alla Mindfulness con curiosità e apertura e, man mano che ne hanno colto  i principi fondamentali di presenza, gentilezza, non giudizio, ne sono rimasti affascinati, iniziando a “simpatizzare”.

Quando si simpatizza con qualcuno, lo si frequenta, gli si sorride, lo si ascolta e si passa insieme del tempo di qualità, una serata piacevole, stimolante, arricchente.
Avviene anche con la pratica, si frequentano i corsi, gli intensivi, affascinati dall’idea di lasciar andare pensieri angoscianti su passato e futuro e vivere pienamente, senza troppi filtri e paure il nostro presente. È una sensazione bella e spesso crediamo sia tutto.
Ma, avete presente quel momento in cui si passa dal sorridere a qualcuno che ci piace, ad avvicinarci fiduciosi ed esitanti, varcare la soglia dell’imbarazzo e dell’incertezza, e iniziare una comunicazione più fisica che può sfociare in un abbraccio?
Ecco quando iniziamo a introdurre la mindfulness ogni giorno nella nostra vita, nei nostri gesti e nelle nostre azioni, con la pratica formale e informale, e con la scelta di vivere la nostra vita in modo più attento, autentico e consapevole, siamo un po’ così, stiamo varcando quella soglia, quella dell’incertezza che precede un contatto più intimo e profondo, ci stiamo avvicinando ad “abbracciare” la pratica!
Abbracciare è un gesto di accoglienza e di ascolto, che non richiede parole ma comunica tutto. Calore, affetto, presenza. Abbracciare la pratica significa mollare il controllo, abbandonarsi con fiducia all’ascolto di sé e dell’altro, in modo gentile e accogliente. Senza preferenza, abbracciare le parti di noi più sofferenti, quelle che amiamo meno o detestiamo proprio. Abbracciare la pratica significa perdere un po’ i confini, quei confini a volte rigidi con cui ci auto-definiamo e ci auto-limitiamo. Abbracciare la pratica significa perdere la separazione tra pratica e vita e considerare ogni cosa che ci accade come una occasione per scegliere di essere felici, veri, autentici.
Ma che tipo di abbraccio è auspicabile con la pratica?

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Mindfulness e sessualità

Mindfulness e sessualità

Pubblicato il: 29 giugno 2018 alle 4:09 pm

In che modo la mindfulness può impattare su un aspetto fondamentale della nostra vita, personale e di coppia, che è la sfera dell’appagamento sessuale? Quanto la consapevolezza può fare la differenza? Abbiamo provato a rendere evidenti alcuni link:

  • Accettare la propria unicità e vederla come un valore
  • Conoscere il proprio corpo e saperne attivare la capacità sensoriale
  • Esprimere le emozioni e i desideri senza falsi pudori
  • Liberare il corpo dai vincoli della mente
  • Cavalcare l’onda delle pulsioni senza farsene travolgere
  • Sapersi fermare e prolungare il piacere
  • Riconoscere l’ansia da prestazione e farla scivolare via
  • Ascoltare i messaggi del corpo dell’altro con attenzione e senza presunzione
  • Assumere un atteggiamento giocoso e fanciullesco
  • Non cercare risultati, godersi ogni attimo, uscire dalla logica della performance
  • Esprimere in modo autentico quello che sentiamo, che vogliamo o non vogliamo
  • Accettare i propri limiti e le proprie imperfezioni
  • Non fingere, non recitare, dare voce alla nostra specifica e unica sensualità
  • Aprire i sensi, usarli tutti
  • Saper chiedere, saper dire di no
  • Sperimentare, osare, lasciar andare condizionamenti del passato
  • Incontrare l’altro senza aspettative e senza tabù
  • Dedicarsi l’uno all’altro senza fretta
  • Togliere il giudizio, prima, durante, dopo
  • Vivere il piacere come un’onda, senza attaccamento, senza repulsione
  • Rallentare, amplificare
  • Disconnettersi da tutto il resto
  • Liberare la nostra energia

ne trovate altri?

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Viaggio-vacanza Mindfulness 2018: Creta

Viaggio-vacanza Mindfulness 2018: Creta

Pubblicato il: 2 aprile 2018 alle 11:12 am

Ciao a tutti,

Anche quest’anno abbiamo pensato a un interessante viaggio-vacanza Mindfulness da proporvi nel mese di Agosto.

Vi dirò che gli ultimi mesi sono stati dedicati a cercare una soluzione che fosse in linea con i valori della mindfulness e ci consentisse di vivere, anche quest’anno, come già lo scorso anno in Marocco, una vacanza all’insegna della consapevolezza, del relax, della scoperta e sperimentazione, della libertà e leggerezza, degli spazi individuali e di quelli di gruppo, per coltivare relazioni autentiche, vere, alleggerite dal dover essere e centrate solo su ciò che realmente siamo, momento per momento. Un’attenzione particolare è stata poi messa al costo, che potesse essere accessibile ai più, al confort e alla dimensione “familiare” della vacanza. Ci siamo rivolti alla stessa agenzia viaggi che lo scorso anno ci ha permesso di viaggiare sicuri e assistiti in ogni nostra necessità particolare.

DATE: dal 6 al 13 agosto

LOCALITA’: Creta, località Lentas

SOGGIORNO: 2 strutture adiacenti, Levinthos http://levinthos.gr/ e  Filoxenia www.filoxenialentas.gr e Pantheon Studios che dista circa 15 minuti a piedi da Levinthos http://pantheon-studios.com/

COSTO: da 1.300 a 1.750 all inclusive a seconda della struttura scelta e della tipologia di camera (singola/doppia, studio/appartamento). Potete trovare le immagini delle camere sui siti indicati.

Ecco uno schema riassuntivo:

STRUTTURA TIPO OCCUPAZIONE QUOTA (€) NOTE
Levinthos appartamento doppia                  N.D. bagno privato, cucina, vista mare
Filoxenia appartamento doppia                  N.D. bagno privato, vista giardino e mare
Filoxenia studio doppia  N.D. bagno privato, vista giardino e mare
Levinthos studio singola  N.D. bagno privato, vista mare
Filoxenia studio singola  N.D. bagno privato, vista giardino e mare
Levinthos appartamento tripla  N.D. bagno privato, cucina, vista mare
Pantheon Studios** monolocale doppia                  1.430 bagno privato, cucina, vista mare
Pantheon Studios** monolocale singola   N.D. bagno privato, cucina, vista mare

**Per chi soggiorna al Phanteon Studios i pasti si consumeranno presso il Levinthos

COSA INCLUDE:
Viaggio aereo
andata e ritorno Alitalia da Milano Linate a Heraklion

  • Assicurazione volo e assicurazione viaggio
  • Transfert da e per l’aeroporto
  • Soggiorno in pensione completa presso la struttura prescelta
  • 2 sessioni giornaliere di 1h ciascuna di Mindfulness, mattina e sera

Lentas si trova nella parte meridionale di Creta e dista 75 km dalla città di Heraklion, dove atterreremo. La strada che separa da Heraklion dalle nostre strutture attraversa molti villaggi tradizionali dell’entroterra, la piana di Messara e l’affascinante catena montuosa rocciosa di Asterousia. Il villaggio di Lentas ha molte taverne e caffetterie tradizionali dove si può gustare il famoso cibo cretese e gustare un caffè o un drink proprio accanto al Mar Libico. La regione è ideale per un soggiorno indisturbato lontano dal ritmo frenetico della vita cittadina e combina il relax con attività fisica come il nuoto nelle acque cristalline del mare o le passeggiate lungo i percorsi verdeggianti della zona. Il posto ha conservato la sua bellezza naturale grazie alla presenza di antichità. Il clima di Lentas è moderatamente caldo e secco permettendo ai visitatori di fare il bagno la maggior parte dell’anno. La baia è ben protetta dal vento e le acque sono sempre cristalline e chiare.

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Testimonianze dai partecipanti alla prima Vacanza MindfulRoad in Marocco

Testimonianze dai partecipanti alla prima Vacanza MindfulRoad in Marocco

Pubblicato il: 20 agosto 2017 alle 7:48 pm

Per rispondere alle tante curiosità sulla nostra prima Vacanza Mindfulness, abbiamo pensato di raccogliere delle testimonianze dai partecipanti al primo viaggio in Marocco, che si è svolto dal 6 al 13 agosto 2017.

Il gruppo era composto da 15 persone, tra praticanti e principianti, uomini e donne di diverse età e con storie di vita profondamente differenti.

Siamo stati ospiti dell’Auberge de la Plage, a Sidi Kaouki, vicino a Essouira, sull’Oceano Altantico per 6 notti e abbiamo trascorso la nostra ultima giornata allo splendido Riad Al Loune di Marrakech.

Abbiamo praticato la Mindfulness insieme 2 volte al giorno, alle h8 e alle h20 di sera lasciando a tutti la possibilità di gestire la propria giornata in piena libertà, tra momenti individuali e gruppali. Sono state proposte e realizzate alcune attività extra facoltative: escursioni a piedi sulle dune e sulla costa, visita ad una cooperativa femminile che gestisce la produzione di olio di argan, corso di cucina marocchina, visita alle città di Essaouira e Marrakech, giornata all’hammam, …

Ecco dunque i commenti raccolti a fine vacanza:

“Il respiro mi ha alleggerito e aperto la mente e il cuore, il vento, padrone della settimana, ha spazzato la testa, i sorrisi scambiati  con tutti, hanno riempito gli occhi e arricchito il cuore”

Lucia

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni

Nasce MindfulRoad: Vacanze Mindfulness in Italia e nel mondo

Nasce MindfulRoad: Vacanze Mindfulness in Italia e nel mondo

Pubblicato il: 5 agosto 2017 alle 12:12 pm

“La strada per la felicità  inizia mettendosi in viaggio, percorrendo strade sconosciute, dentro e fuori di noi, vivendo esperienze diverse, con occhi nuovi e atteggiamento aperto.”

Da questa estate, MindfulOrganizaton, in collaborazione  con un team di professioniste e praticanti Mindfulness e con l’agenzia viaggi Atmosfera Eventi sas di Monza, ha avviato un progetto di organizzazione di Viaggi Mindfulness in Italia e nel mondo per uomini e donne che vogliono migliorare la loro vita, imparando un modo per alleggerire il carico della mente, riconnettersi al corpo e aprire il cuore a relazioni autentiche, attraverso un mix di introspezione ed esplorazione di luoghi magici, in contesti naturali e culturali affascinanti e stimolanti.

Responsabile Scientifico dell’iniziativa è la dott.ssa Valeria Degiovanni: psicologa, psicoterapeuta, istruttrice senior di programmi Mindfulness based per individui e aziende. Insieme a lei un gruppo di donne, professioniste in diversi settori, che si sono incontrate ai corsi Mindfulness di MindfulOrganization e, grazie all’amore per i viaggi e per la natura e le competenze progettuali, hanno reso possibile l’avvio di questa nuovo progetto. Da diversi anni la dott.ssa Valeria Degiovanni organizza seminari e workshop di Mindfulness per privati e per organizzazioni, rivolgiamole alcune domande per capire meglio di cosa si tratti:

Da dove nasce questo progetto?

Le persone che incontro ogni giorno nel mio lavoro, sono persone che stanno cercando una via per poter vivere meglio la propria vita, spesso sovraccaricati da impegni e responsabilità, con poco tempo a disposizione, desiderosi di trovare un modo per staccare la spina dallo stress quotidiano e riconnettersi a se stessi e alle proprie passioni. Nei corsi e negli intensivi di Mindfulness insegniamo un modo immediato per riconnetersi a sé, attraverso la pratica di Mindfulness – che è in definitiva un esercizio costante di ascolto attento e non giudicante del corpo, della mente e del cuore. Ciò che si impara durante questi percorsi, di gruppo ma anche individuali, è un modo concreto e facilmente applicabile, per vivere con più gusto e più soddisfazione la nostra vita, le nostre relazioni, il nostro lavoro e il rapporto con l’ambiente.

Perché una Vacanza Mindfulness?

Perché è indubbio che quando stacchiamo completamente dal nostro quotidiano per un periodo, anche breve, alleniamo in modalità full immersion queste qualità della mente (libera e leggera),  del corpo (attivo e percettivo) e del cuore (aperto e fiducioso) e viviamo in modo residenziale delle relazioni autentiche (senza maschera) l’impatto sulla nostra vita è immediato!

Senza contare che in vacanza abbiamo la possibilità di vivere in modo Mindfulness, ovvero con consapevolezza, il nostro incontro con persone e luoghi belli, nuovi e diversi, per cultura e tradizione dalla nostra vita quotidiana. Questo potenzia la nostra capacità di cambiare prospettiva, di aprire la mente e ridimensionare i nostri piccoli problemi quotidiani.

continua a leggere »

Pubblicato in Focus - Scritto da Valeria Degiovanni